Lettera al Commissario di Roma Dott. Tronca e al Presidente del XIV Municipio Valerio Barletta

Egregio Commissario, Egregio  Presidente

essendo venuti a conoscenza del Suo recente incontro con i Presidenti di Municipio sulle priorità da affrontare nei prossimi mesi, con la presente vorremmo richiamare l’attenzione Sua e del nostro Presidente di Municipio su alcune delle priorità ed urgenze del nostro territorio.

Come noto infatti il quartiere di Balduina sorge al confine con Prati e le Mura Vaticane e avrà senz’altro una serie di esigenze specifiche  in vista del del Giubileo.

La Via Trionfale, ormai secolarizzata come l’ultimo tratto della Via Francigena, culmina infatti alle pendici di Monte Mario attraversando la parte settentrionale di Balduina. Sarebbe opportuno in tal senso, d’accordo con gli organi competenti della Regione Lazio, ridisegnare il percorso ufficiale della Francigena in modo da evitare il tratto di Via Trionfale, strada ad alta percorrenza e pertanto incompatibile con quello che viene ad oggi considerato il cammino di fede originario in occasione del Giubileo. In tal senso risulta altresì necessario aumentare la segnaletica e le indicazioni turistiche in tutta la zona.

Inoltre  è verosimile che i pellegrini, curiosi e turisti useranno anche viale delle Medaglie d’oro e le altre vie principali del quartiere, incluso il Parco Lineare di recente inaugurazione, come percorso alternativo per raggiungere il Vaticano.

Risulta quindi più che urgente intervenire sugli assi principali, Viale delle Medaglie d’oro e via Ugo de Carolis su tutte, per garantire la corretta manutenzione dei marciapiedi e degli attraversamenti, nonchè la manutenzione della sede stradale in alcuni punti dissestata. Molte delle vie interne del quartiere sono poi di competenza municipale, alcune di rilevante interesse come il caso di Via della Balduina e Via Pereira, dove parimenti sono necessari interventi estesi di manutenzione dei marciapiedi, degli attraversamenti e della sede stradale.

Un altro grande asse di mobilità pedonale è rappresentato dal Parco Lineare Monte Ciocci/Monte Mario che attraversa l’intero quartiere e che rappresenta una valida alternativa all’ultimo tratto della Francigena per raggiungere il Vaticano. Ad oggi il Parco Lineare è ancora sotto la competenza e la manutenzione municipale tramite un affidamento che scadrà con l’anno 2015. E’quindi urgentissimo da parte di Roma Capitale porre in essere ogni atto utile per consentire il passaggio della manutenzione e sorveglianza ordinaria del Parco Lineare dal Municipio al Comune. Il Parco Lineare con i suoi 5 km di estensione è infatti un’opera di portata europea che necessità di risorse e strutture di gran lunga superiori a quelle a disposizione del Municipio Roma 14.

Se per il Parco Lineare la manutenzione ordinaria è l’esigenza più pressante rimante il progetto più volte annunciato negli ultimi mesi da RFI e Roma Capitale di prolungare il Parco Lineare oltre Monte Ciocci, facendogli attraversare il vecchio ponte ferroviario di Valle Aurelia e consentendo così di poter raggiungere tramite il Parco Lineare direttamente le Mura Vaticane. Un’opera che sebbene non eccessivamente impegnativa e costosa sarebbe in grado di dare lustro alla città e al contempo rendenderla più accogliente per i pellegrini e gli stessi cittadini di Roma non solo durante il Giubileo ma per gli anni a venire. E’necessario quindi un chiaro impegno da parte di Roma Capitale a contribuire ai costi dell’opera e a spronare per ciò che è di sua competenza RFI affinchè i lavori siano avviati e conclusi al più presto.

Oltre agli interventi riguardanti la pedonalità e la rete viaria parimenti risulta urgente potenziare il trasporto pubblico locale della zona dopo che la razionalizzazione dei trasporti ha portato da 5 a 2 le linee che servono il quartiere collegando la zona di Monte Mario con il centro e le linee della metropolitane.

In particolare si tratta delle linee 913 e 990. La prima è la prima linea h24 istituita a Roma che collega Piazza Augusto Imperatore con la Stazione Monte Mario e attraversa il quartiere della Balduina per tutta la lunghezza di Viale delle Medaglie d’oro. La linea,  già oggetto di un pontenziamento ottenuto con l’istituzione di una circolare limitata tra Igea e Ottaviano, risulta ancora insufficiente ad assorbire la domanda ordinaria e con ogni evidenza è necessario che sia ulteriormente rafforzata prevedendo nuove corse durante tutto l’arco della giornata ed un rafforzamento ed un’estensione della circolare Igea/Ottaviano. Per ciò che concerne il 990, che serve invece la parte occidentale del quartiere attraversandolo per via della Balduina, Ugo de Carolis e altre vie interne, risulta invece necessario un rafforzamento del numero delle corse in particolare negli orari di punta quali la mattina dalle 7 alle 9, l’ora di pranzo dalle 12 alle 14, e il tardo pomeriggio dalle 17 alle 20.

Siamo inoltre in attesa di conoscere i tempi e i modi di attuazione della riqualificazione della scalinata di Via Licinio Calvo che collega Via Prisciano con la parte settentrionale del quartiere, riqualificazione necessaria anche a garantire la sicurezza della struttura che ad oggi appare per molti versi precaria. Il progetto di riqualificazione è stato infatti redatto da uno degli iscritti del nostro circolo ed è stato donato dallo stesso all’amministrazione la quale è stata in tal modo sgravata da ogni costo legato alla progettazione. Tale intervento è stato inserito tra quelli da effettuare tramite le maggiori risorse nel piano investimenti previste dal bilancio 2015. E’necessario anche in questo caso avviare le procedure di assegnazione dei lavori e concludere la realizzazione nel più breve tempo possibile.

Rimangono poi le annose questioni da un lato della ex-Clinica San Giorgio, edificio abbandonato e in stato di decadimento ormai da 8 anni che insiste su viale delle Medaglie d’oro, e dall’altro dell’allargamento del centro anziani presso il Mercato Rionale di Piazza Mazzaresi.

Nel caso della Clinica San Giorgio lo stesso Consiglio Municipale ha votato all’unanimità un atto urgente ormai un anno fa in cui si chiedeva al Presidente del Municipio e a Roma Capitale di intervenire prontamente non solo sulla situazione generale di abbandono dell’immobile ma anche sulla denunciata presenza nella struttura di materiale potenzialmente cancerogeno quale l’Ethernit, che con i cedimenti strutturali dell’edificio si disperde costantemente nell’aria come pulviscolo. Ad oggi non siamo stati raggiunti da nessun aggiornamento a riguardo.

Nel caso del centro anziani di Piazza Mazzaresi è invece noto come l’intervento di allargamento dei locali sia ricompreso più in generale dagli interventi predisposti dalla Regione Lazio nel lontano 2005 e mai realizzati relativi al Contratto di Quartiere di Balduina. Nel corso del primo semestre del 2014 gli uffici municipali avevano provveduto a chiudere tutte le procedure relative alla progettazione degli interventi previsti dalla Regione Lazio ed inviato il tutto presso gli uffici regionali in attesa del trasferimento delle risorse necessarie. Non avendo ricevuto nessuna risposta nel primo semestre del 2015 il Consiglio Municipale ha votato all’unanimità una Risoluzione che chiedeva all’Assessore ai Lavori Pubblici di Roma Capitale una risposta dagli uffici regionali su suddetti fondi e il loro trasferimento al Municipio per l’avvio della realizzazione. Non conosciamo lo stato dell’invio da parte degli uffici e sarebbe più che opportuno sollecitare la Regione Lazio per portare a compimento quanto previsto dal Contratto di Quartiere.

Da ultimo vorremmo segnalarle il caso del Pianoro di via Proba Petronia, in gestione all’ente Regionale di Roma Natura e che funge da parco di prossimità per centinaia di famiglie del nostro quartiere. Il Pianoro non riceve più costante manutenzione da più di due anni e ad oggi è in larga parte impraticabile. Abbiamo chiesto che il Municipio intervenga in via eccezionale d’accordo con l’ente Roma Natura per riportare la situazione alla normalità con i fondi residui del verde 2015. Rimane urgente sollecitare la Regione a stanziare i fondi per l’ordinaria manutenzione del 2016 o alternativamente chiudere un accordo tra Roma Capitale e la Regione affinchè la manutenzione sia incarico all’amministrazione cittadina con il riconoscimento degli extracosti da parte della Regione. Tale situazione di degrato ha comportato anche il diffondersi di insediamenti abusivi a valle del pianoro che preoccupano, al pari dell’incuria dell’area, la cittadinanza residente. Tale situazione è sempre più intollerabile anche in considerazione dell’attivismo volontario dei residenti e delle associazioni di zona che hanno contribuito per quello che era possibile alla manutenzione dell’area in questi due anni.

Sicuri di una Sua pronta risposta e rimanendo a disposizione per ogni ulteriore,

Cordialmente

Enrico Sabri                                            Julian Colabello

Segretario PD Balduina                       Consigliere Muncipale PD XIV Municipio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *